venerdì 30 giugno 2017

È uscito il primo numero di Democraticà

(Non sostituisce l'Unità).
E di comunista
non c'è nulla,
#statesereni.

Ecco "Democratica". Uscito il primo numero del nuovo giornale del Pd renziano diretto da Andrea Romano.
Il Cdr dell'Unità: "Caduta l'ipocrisia, il Pd ha seppellito il nostro giornale".
Col vecchio e glorioso quotidiano l'Unità non ha niente in comune, eccetto l'ultima a accentata, (licenza poetica-anaffettiva).

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

giovedì 29 giugno 2017

Così, a fior di Pell, si parla ancora di pedofilia in Vaticano

Ammesso e non concesso
che le accuse siano vere,

ormai è trascorso tanto tempo
e il Signore nel frattempo
mi avrà già mondato
da queste false e
infamanti accuse.
Bufera in Vaticano: incriminato per pedofilia il cardinale George Pell Prefetto degli Affari economici è accusato per fatti del passato. "Mi difenderò, accuse infamanti". Il cardinale George Pell, il più alto prelato cattolico australiano, e dal 2014 nel terzo grado della gerarchia vaticana in quanto prefetto degli Affari economici, è stato incriminato per reati sessuali riferiti a diversi episodi avvenuti molti anni fa. È il più alto rappresentante vaticano mai coinvolto in una inchiesta di pedofilia. Le notifiche di reato - riferisce la radio nazionale Abc - sono state notificate dalla polizia dello stato australiano di Victoria questa mattina ai rappresentanti legali di Pell a Melbourne e presentate al tribunale detto Magistrates Court, davanti a cui il prelato è chiamato a comparire il 18 luglio. Nel dare l'annuncio il vice commissario di polizia Shane Patton ha precisato che le accuse riguardano più querelanti e che le indagini hanno riguardato reati che sarebbero stati commessi negli anni 1970 a Ballarat, città nativa di Pelldove allora era sacerdote. Patton ha sottolineato che" il processo e le procedure seguite sono state le stesse di quelle applicate in una vasta gamma di reati sessuali storici, tutte le volte che li investighiamo". Pell ha ripetutamente respinto ogni asserzione contro di lui.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

mercoledì 28 giugno 2017

La rivoluzione bergogliana

"Lavorare meno,
lavorare tutti!"
Il Papa: "Stolto far lavorare a lungo gli anziani mentre i giovani sono disoccupati". Nel suo discorso alla Cisl il pontefice chiede ai sindacati di "trasformare le pietre scartate dell'economia in pietre angolari", occuparsi delle lavoratrici e non trascurare la "sana cultura dell'ozio".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Tutti contro il povero Renzi dopo il suo trionfo alle comunali

"Più che altro
per avere un posto
dove dormire"
La paura dei renziani: "Congiura anti-Matteo". Il leader: “C’è chi vuole isolarmi”. Il Prof: lui una causa persa, rinuncio a fare da collante. La situazione è molto complicata, anche se i fedelissimi di Renzi dicono che "Matteo se lo aspettava e tra un paio di giorni la tempesta rientrerà". Il contrario di ciò che pensa un prodiano di peso, con una certa memoria storica: "Questa fase mi ricorda il centrodestra nel 2007 alla vigilia della crisi del governo di Romano. Un bel giorno Berlusconi salì sul predellino, s'invento il Pdl e sconvolse la politica". Ma chi può essere l'uomo del predellino a sinistra, chi ha la forza che aveva allora il Cavaliere? Già, chi? Avercelo uno come Berlusconi nel Pd! Si potrebbe chiederlo in prestito, vi torna il conto?

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

martedì 27 giugno 2017

Padre Prodi esorcizza Renzi

La Ditta non c'è più.
Viva la Ditta.
Rivolta contro Renzi, Prodi: "Stare più lontano? Già fatto".
- Padre Prodi: Tu sei quella cosa schifosa che stava dentro la tenda del Pd?
- Renzi: Sì, no... No... È quella tenda schifosa che stava fuori di me.
"Il segretario del Partito democratico mi invita a spostare un po' più lontano la tenda. Lo farò senza difficoltà: la mia tenda è molto leggera. Intanto l'ho messa nello zaino".
Dopo giorni in cui il fuoco covava sotto la cenere è Romano Prodi a far partire l'attacco diretto contro il segretario del Pd Matteo Renzi subito dopo Walter Veltroni che a Repubblica aveva detto: "Il partito non ha più identità".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

lunedì 26 giugno 2017

Renzi è nudo o a malapena vestito?

Renzi resuscita Berlusconi: la destra trionfa da Genova a Pistoia.

Renzi:
"Amici ed ex compagni,
il mio motto resta
sempre lo stesso:
nulla si crea, nulla si
distrugge, tutto si trasforma.
E noi, trasformati siamo
".
Matteo Renzi – che parla di risultati “a macchia di leopardo” – sembra accontentarsi dei successi di Sergio Giordani a Padova (dove governava il leghista Massimo Bitonci) e di Carlo Maria Salvemini a Lecce (tradizionalmente di centrodestra) che si aggiungono a quelli di Cuneo, Palermo e Taranto (con candidati non di diretta promanazione del Pd) e Lucca (dove il successo è arrivato con un distacco di misura e con fatica). Per il momento tuttavia l’analisi del Pd è quella del suo responsabile Enti locali Matteo Ricci al quale basta ricordare – come faceva già al primo turno – che 42 sindaci sono andati al centrosinistra e 24 al centrodestra.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

domenica 25 giugno 2017

Era un comico formidabile, ma non mi somigliava per niente!

L'ultimo dei comici veri, di quelli che fanno ridere.

Ma basta parlare di Grillo.
Parliamo di Trump:
mi piace molto Melania.
"Grillo era un comico formidabile, peccato che voleva sempre farsi pagare in nero...".
Lo dice Silvio Berlusconi in un'intervista a "L'aria che tira", in onda su La7.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Era un esempio di vita coerente per tutti... ma alla fine hanno scelto Napolitano

Come si dice
in questi casi:
sono sempre i migliori
che se ne vanno...
prima di me.
L'ultimo saluto a Stefano Rodotà.
Gentiloni: "Un esempio di vita... peccato, per noi del Pd, non averlo voluto come presidente".
Napolitano commosso: "Grande amicizia malgrado i dissidi... peccato che quelli del Pd non l'hanno voluto presidente avendo scelto me".
Il mondo politico e istituzionale in processione alla camera ardente.
Dài occhio, Stefano, a questo mondo politico anche nell'aldilà.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

sabato 24 giugno 2017

Che tempo che fa alla Rai per Fazio?

Alla Rai fa sempre tempo buono.
Sempre tempo buono per Fazio.

Lo stipendio di Fazio
crescerebbe a 2,8 milioni l'anno.

Ed è tutto merito del tempo che fa...zio.
Perché se li merita tutti.
Rai, ok del cda per il nuovo contratto di Fazio. Proposti 11,2 milioni in 4 anni. Via libera del cda all'offerta per il conduttore. Secondo quanto appreso dall'Adnkronos con il passaggio a Rai1 lo stipendio crescerebbe a 2,8 milioni l'anno.
Maggioni, con Fazio azienda resta ancorata a mercato. "Lo sforzo fatto per non perdere il valore e la capacità di racconto di Fabio Fazio è direttamente connesso alla volontà di garantire un futuro all'azienda tenendola ancorata al mercato". Così la presidente Rai Monica Maggioni commenta il via libera del cda alla proposta di contratto per il conduttore di Che tempo che fa.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

venerdì 23 giugno 2017

Se vince Berlusconi avremo nomi importanti come ministri e una sorpresa


Silvio Berlusconi l'illusionista, invade le tv per mettere il cappello sulla vittoria della destra, ma già lavora all'accordo con Renzi. Fa la parte del leader del centrodestra che unito vince, ma non attacca il Pd e cosparge lo zucchero sul Nazareno senza troppo pudore.
Arieccolo, Silvio Berlusconi davanti alle telecamere a tre giorni dal voto, dopo non aver fatto pressoché nulla in campagna elettorale. Oggi per l'Aria che tira. Un'intervista "chiusa", su un tronetto damascato, nella tana di palazzo Grazioli dove è ricominciato negli ultimi tempi un certo andazzo mondano. Perché si sa che le candidature da quelle parti si selezionano a cena: "Il presidente americano – dice il Cavaliere con la faccia delle gaffe che ci fecero compatire nel mondo - non lo conosco, ma di Trump mi piace la moglie. È molto bella. L'ho vista in tv". E poi: "Vorrei un governo a guida Berlusconi con Montezemolo agli Esteri (sarebbe perfetto) e Matteo Salvini agli Interni, altro che Alfano!". Solito avanspettacolo impiastricciato di cerone, intrattenimento puro. E soprattutto zero attacchi al Pd o critiche al governo.
I nemici sono i "grillini", nuovo "pericolo" da evocare come i comunisti del '94, gente "impreparata, senza un mestiere", con un capo che "si faceva pagare in nero".
Non credo proprio che ri-vincerà ma un ringraziamento, comunque, è doveroso a chi di dovere:
Grazie per esistere e grazie a chi ti ha fatto ri-esistere. Se li mangiassero li cani!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Camilleri ha svelato il mistero sul giallo che avvolge la politica di Renzi e del M5S

Montalbano: "E perché ci
dobbiamo fidare di Camilleri?
".
Catarella: "Come pecché, dottori?
Pecché l'havi ditto lui,
pirsonalmenti, di pirsona!
"
Camilleri agli studenti: “Non fidatevi né di Renzi né del M5s. Sono già cadaveri”. Lo scrittore ha incontrato gli alunni del liceo Empedocle di Agrigento, dove nel 1943 ottenne il diploma: "Il populismo è la fiammata di un mattino. La politica è rappresentata da gente che ha degradato il lavoro... E ci si domanda che valore abbia l'articolo 1 della Costituzione. La verità è che i primi a non considerarla sono i partiti del cosiddetto centrosinistra".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

giovedì 22 giugno 2017

Stalker? La denuncia contro a che serve?

"Ma comunque è imperativo
che le donne continuino a
presentare le loro denunce per stalking".
Dottoressa uccisa a Teramo, suicida lo stalker ricercato per il delitto. Gabrielli: “Questa storia per noi è una sconfitta”. Il presunto assassino era un ex investigatore privato e era figlio di un paziente della vittima. Il capo della polizia: “Vicende come queste sono imperativo a tenere sempre le vittime come soggetti primari. Ma non possiamo incarcerare tutti gli stalker”.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Prodi instancabile attacchino del centrosinistra


Prodi guarda al centro e incontra Calenda, un altro passo dell'attivismo del prof per il centrosinistra. Gelo di Renzi. Faccia di Prodi e faccia di Calenda a Bologna. Facce di una stessa medaglia o medaglie diverse con facce di palta? L'idea di aggregare una forza di centro intorno al ministro per costruire poi una coalizione con Pd e Pisapia.
Prodi, l'ho sempre pensato, è uno che ti mette allegria, con calma, calma, calma... ma poi ti presenta il conto della salma.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

martedì 20 giugno 2017

I valori nel M5S? Cosa c'è da sfottere?

La politica in fondo
è un cerchio perfetto:
parti da destra,
passi per il centro e
ti ritrovi a sinistra.
E viceversa.
"Chi siete? Quanti siete? Da dove venite? Cosa portate? Cos'è il Movimento 5 stelle?", aveva chiesto l'ineffabile Bruno Vespa al vicepresidente della Camera, nel salotto della sua trasmissione. "È un movimento post ideologico, ma porta con sé tante idee che erano state i cavalli di battaglia dei partiti di destra e di sinistra, valori che sono dentro ognuno di noi", aveva risposto lui, "C'è chi si rifà a quelli portati avanti da Berlinguer, chi a quelli di Almirante, chi a quelli della Dc. E, sommando questi tre valori, accontentiamo tutti raggiungendo la quadra perfetta. Più democrazia di questa!".


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

lunedì 19 giugno 2017

I sacri versetti del terrorismo globale


Attentato Finsbury Park, polemiche sui social. "Non diffondete vendetta".
Mali, attacco contro un resort a Bamako frequentato da occidentali: almeno due morti.

«Più che rimuovere i terroristi e chi li ha appoggiati (forse ci sorprenderà sapere quanti personaggi, alcuni anche insospettabili, sono coinvolti) sarebbe più saggio rimuovere le ragioni che spingono tanta gente, soprattutto fra i giovani, nelle file della jihad e fanno loro apparire come una missione il compito di uccidersi e di uccidere», (Tiziano Terzani).

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

sabato 17 giugno 2017

Corrotti e mafiosi moriranno scomunicati!


Corruzione e mafia, il Vaticano pensa alla scomunica. “L’illegalità calpesta la sacra dignità della persona”. L'annuncio dopo un convegno organizzato dal Servizio dello Sviluppo Umano Integrale della Santa Sede con una cinquantina di magistrati antimafia e anticorruzione, vittime, giornalisti, vescovi. Bergoglio: “La Chiesa è chiamata a svolgere un ruolo di prima linea”. Fior di politici nostrani che hanno ottenuto l’impunità in terra potrebbero presto fare i conti con la giustizia divina. Il Vaticano sta infatti pensando di scomunicare corrotti e mafiosi. La notizia irrompe dalla relazione conclusiva di un incontro internazionale a tema, tenutosi nei giorni scorsi in Vaticano, l”ultimo di cinque promossi in un percorso avviato dal dicastero dello Sviluppo umano integrale per elaborare un documento di proposte relative alle strategie di lotta.
Pare che stiano incominciando a tremare tutti per la paura di finire all'inferno dopo la morte, da scomunicati.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

venerdì 16 giugno 2017

36mln di euro dallo Ior al Vaticano

"Ora non ci resta
che trovare i 36 milioni
di poveri cristi da aiutare".
Anche Papa Francesco fa soldi con la finanza. Lo Ior versa alla Santa Sede un dividendo da 36 milioni.
“Il denaro deve servire, non governare”: si apre con questa frase, pronunciata da Papa Francesco nel 2013, il rapporto annuale del 2016 dell’Istituto per le opere di religione (Ior). Un adagio cui per una banca, quale appunto è quella vaticana, non deve essere certo facile attenersi. Tanto più che, alla fine dello scorso anno, non solo lo Ior ha realizzato utili, ma sono più che raddoppiati rispetto al 2015: il 2016 si è chiuso con profitti pari a 36 milioni di euro, contro i 16,1 milioni dell’esercizio precedente.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

giovedì 15 giugno 2017

Ius soli o ius in compagnia?


Ius soli, discussione in Senato: è bagarre. Contusa ministra Fedeli e Boldrini dice basta alla violenza in Aula.
Tra urla di protesta i senatori del Carroccio sono arrivati sino ai banchi del governo. Espulso e poi 'graziato' il senatore Volpi per un 'vaffa' al presidente Grasso. Salvini su Facebook: "I senatori della Lega in Aula stanno occupando i banchi del governo, si stanno facendo espellere e malmenare dai commessi pur di bloccare la folle legge voluta dal Pd". M5s si astiene, come indicato da Grillo sul blog. Fedeli scrive su Twitter: "Sto bene, non si fermarà la battaglia per lo #IusSoli".
Retroterra culturale-umanitario per lo Ius Soli:
Razzisti, Populisti, Astensionisti, Cercatori di voti a destra, Cercatori di voti a sinistra, Tromboni di False Accoglienze, Anime Pure della Buona Accoglienza, Dolenti per la Morte dei Migranti in Mare, Indolenti per la stessa Morte, Criticoni verso destra, Criticoni verso sinistra, Cattolici pro invasione compresi di Ipocriti, Cattolici contro invasione compresi di Ipocriti, Ignavi che parlano a vanvera contro i Migranti, Elettori ed Elettrici incantati dai demagoghi sinistridestricentristi, Quelli che i cittadini italici sono schiavizzati, Quelli che gli extracomunitari vengono rischiavizzati, Quelli che il giorno prima sono a favore e il giorno dopo si astengono, Quelli che ce l'hanno coi Politici del Sistema Europeo perché con le nostre tasse dobbiamo mantenere i non italici, Quelli che hanno sempre la Verità sulla punta della lingua... sicuramente ho dimenticato numerose altre tipologie di perspicaci bocche esperte in tuttologia... ma ce ne fosse uno, dico uno, che consapevolmente desse la colpa a coloro che hanno costretto questa disgraziata umanità a scappare dalle loro case, dai loro beni, dai loro amori... sì, lo so, la consapevolezza di ciò non risolverebbe questo immane esodo, ma ci renderebbe meno idioti, meno plagiati di quanto già siamo, meno rissosi. Più Pensanti. Più Presenti. In una parola: più umani.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

mercoledì 14 giugno 2017

Il veto della moglie del ministro Franceschini

Questo succede quando ci si
crede davvero potenti!
Pd Roma, il congresso è una polveriera: il veto della moglie di Franceschini divide gli uomini di Renzi e Gentiloni. Nemmeno l’intervento d’imperio di Matteo Renzi, tartassato da giorni dal ministro alla Cultura e arrabbiatissimo con Matteo Orfini, è riuscito a sanare lo scontro nella federazione romana dei Dem. Che, in vista del congresso del 25 giugno, è ormai al tutti contro tutti. La spaccatura sul fronte renziano ha prodotto un’inaspettata corsa a quattro, con possibili colpi di scena. Sullo sfondo: la candidatura a sindaco tra quattro anni.
Tutti i retroscena qui.


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

martedì 13 giugno 2017

Obama: uno smoking per tutte le stagioni


Usa, Michelle e il segreto di Obama: "Stesso smoking per 8 anni". Durante un'intervista al Worldwide Developers Conference, Michelle Obama ha svelato un simpatico aneddoto commentando una foto di lei e Barack scattata durante la visita del presidente cinese alla Casa Bianca nel 2015.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

lunedì 12 giugno 2017

Berlusconi, l'analizzatore finale

In ultima analisi... Berlusconi è entrato in analisi...


Silvio Berlusconi analizza il voto delle amministrative: "Non c'è il ritorno al bipolarismo, gran parte dei candidati sotto il 40%".

"Il nostro modello di centrodestra, fondato sui valori cristiani e sui programmi liberali, ha ottenuto la fiducia di molti italiani e ne potrà attrarre molti altri in vista dei ballottaggi", ha aggiunto Berlusconi in una nota. "Il calo del M5S dimostra che non sono considerati una forza di governo credibile. Tuttavia è un risultato dal quale sarebbe sbagliato trarre conclusioni affrettate per quanto riguarda le prossime elezioni politiche. Il M5S rimane una forza temibile, che sarebbe miope sottovalutare", ha dichiarato il leader di Forza Italia.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

domenica 11 giugno 2017

Rifornimento di olio santo per l'Unto del Signore

"Io ho bisogno di continui orgasmi.
E l'unico afrodisiaco per me
è il Potere.
Con o senza viagra".
Berlusconi senza freni: "I grillini pensano solo al vitalizio, il voto si allontana e io voglio governare con la Lega".
'A Berlù, e non dire cazzate. I grillini hanno concretamente rinunciato ai vitalizi. Va' a informarti, bugiardo seriale!
Sempre nella stessa intervista il Cav. apre nuovamente ad un'alleanza di governo con la Lega: "Voglio governare con Salvini, lo stimo come leader che fa ottenere al Carroccio molti voti. E amo molto il suo populismo".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

sabato 10 giugno 2017

Bergoglio e Mattarella sono per i migranti e per i disoccupati


Papa Francesco al Quirinale, Mattarella: "Impegno comune per migranti e lavoro". Il Pontefice incontra nei giardini del Colle i ragazzi e le famiglie arrivati dalle zone terremotate: "Occupazione troppo precaria e poco retribuita".

Come disse il proverbio antico:
In questo mondo
tre sono i potenti:
il papa, il presidente
e chi non ha proprio niente!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Solo gnocche esplosive per l'ex premier Berlusconi

"Anche a Donnafigata,
un paesino del profondo sud,
sanno che le gnocche
sono le uniche bombe
che mi fanno
esplodere di piacere!
Eh eh, che figata,
cribbio!"
Trattativa Stato-Mafia, Graviano intercettato in carcere: “Berlusca mi ha chiesto questa cortesia. Stragi ’93? Non era la mafia”. La procura di Palermo migliaia di pagine di registrazioni captate nel carcere di Ascoli, durante l'ora di socialità del boss di Brancaccio, ora indagato per la Trattativa. Secondo gli inquirenti le parole del padrino rappresentano un elemento di prova nel procedimento attualmente in corso davanti alla corte d'assise di Palermo. Durante la sua ora di socialità, infatti, il boss parla delle stragi del 1993, del 41 bis, dei dialoghi con le istituzioni. Ma soprattutto parla dell'ex premier. Il boss di Brancaccio sembra volere attribuire all'ex premier il ruolo di mandante delle stragi del 1993.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

venerdì 9 giugno 2017

Finalmente Renzi è rinsavito: d'ora in poi si occuperà esclusivamente dei poveri


L'addio di Renzi al voto anticipato. "Urne nel 2018 con la legge che c'è e al Senato alleanza con Pisapia". L’ex premier: “Non voglio più sentir parlare di legge elettorale, al massimo un provvedimento tecnico poco prima delle elezioni”.
«La legislatura va avanti – scandisce con i fedelissimi riuniti al Nazareno -  
D’ora in poi ci occuperemo di economia e lotta alla povertà, senza più parlare di legge elettorale».

Basta soglie di sbarramento e premi di maggioranza, insomma, inutile inseguire una riforma impossibile. L’unica via d’uscita è un cambio di direzione repentino, con destinazione Pisapia: «Al Senato la soglia è all’8%, ma diventa il 3% per i partiti coalizzati». Un accordo con l’ex sindaco, dunque. E nessun accordo speculare con il centro: «Con Alfano non se ne parla». Povero Alfano, non se lo fila più nessuno. Beh, almeno fino a quando non risulterà ancora necessario a Renzi e Berlusconi.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

giovedì 8 giugno 2017

Quelle volte che Allegri s'incazza coi vigili urbani

"Parlare al cellulare in auto
non è fallo da rigore!"
Torino, Allegri multato se la prende coi vigili urbani: parte la denuncia in procura. Sorpreso da una pattuglia della polizia municipale a parlare al cellulare alla guida della sua auto l’allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri, non l’ha presa proprio benissimo. Insulti e male parole rivolte ai vigili, ai quali il tecnico avrebbe anche strappato dalle mani il libretto della sua auto, sono costati all’allenatore bianconero una denuncia in procura. Il tecnico della Juventus sorpreso a telefonare al volante. Il rapporto dei "civich": "Ci ha dato dei falliti e ci ha strappato di mano il libretto di circolazione".

I civich:
«Dopodiché se ne è andato cantando a squarciagola:
♫ E sempre allegri bisogna stare 
che il nostro piangere fa male al re 
fa male al ricco e al cardinale 
diventan tristi se noi piangiam,
e sempre allegri bisogna stare 

che il nostro piangere fa male al re 
fa male al ricco e al cardinale 
diventan tristi se noi piangiam! ♫
Mentre a noi ci si torcevano le budella dentro. Ci è sembrata una presa per il c... per i fondelli, quella canzone. Falliti noi? Forse perché non sappiamo cantare una formazione come lui?».

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Tutti contro Renzin Hood


Legge elettorale, Napolitano: "Voto anticipato colpo a credibilità del Paese". E Prodi approva. Il presidente emerito interviene pesantemente nel dibattito e sull'accordo sul sistema tedesco rivisto dice: "Intesa di 4 leader solo per convenienza". In serata l'ex premier parla di un "vulnus" e di una legge elettorale "opposta a quel che volevamo". E spera nella capacità di unire di Pisapia. E dal Colle, in caso di accordo politico sulla legge elettorale, trapela una preferenza sulle elezioni a fine settembre.
Voto anticipato e proporzionale, tutti i "padri nobili" contro Renzi. Ma il segretario: avanti comunque. Da Napolitano a Prodi e Veltroni, lo schieramento dei fondatori di Ulivo e Pd che boccia il ricorso alle elezioni in autunno e il "tedesco": "Così si torna con Berlusconi" Il timore dem di un loro strappo alle politiche in favore di Pisapia.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

martedì 6 giugno 2017

La grave malattia del mafioso moribondo


Mafia, Cassazione: Riina malato, ha diritto a morte dignitosa.
La Corte: "Il Tribunale di sorveglianza riesamini la richiesta scarcerazione".
Il "diritto a morire dignitosamente" va assicurato ad ogni detenuto. Tanto più che fermo restando lo "spessore criminale" va verificato se Totò Riina possa ancora considerarsi pericoloso vista l'età avanzata e le gravi condizioni di salute. La Cassazione apre così al differimento della pena per il capo di Cosa Nostra, ormai ottantaseienne e con diverse gravi patologie. Sulla base di queste indicazioni, il tribunale di sorveglianza di Bologna dovrà decidere sulla richiesta del difensore del boss, finora sempre respinta.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Bersani e il fantasma di Lenin

"Ricordo ancora, da ragazzo, la demagogia
inconcludente della falce e del martello.
Ma l'incontro con Renzi* è stato
davvero destabilizzante".
"Il Pd è un sogno infranto, ma ora sono me stesso". La Sinistra secondo Pier Luigi Bersani L’addio 
alla 'Ditta'. Il rapporto con Renzi 'burattinaio'.
*Estratto del "testamento" di Lenin: «Stalin è troppo violento, e questo difetto, perfettamente tollerabile nel nostro ambito e nei rapporti fra noi comunisti, è incompatibile con le funzioni di segretario generale. Propongo perciò ai compagni di cercare la via per destituire Stalin da tale carica e nominare al suo posto un'altra persona che presenti in ogni campo il solo vantaggio, rispetto al compagno Stalin, di essere più tollerante, più leale, più civile e più attenta nei confronti dei compagni, di umore meno instabile... Queste caratteristiche potrebbero sembrare un particolare del tutto secondario. Ma, a parer mio, per evitare la scissione, e tenendo conto di quanto ho scritto sui rapporti fra Stalin e Trotskij, non si tratta di un particolare secondario, o forse lo è, ma potrebbe assumere un'importanza decisiva».

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

lunedì 5 giugno 2017

Bindi teme che il Pd del sistema proporzionale diventi un partito sconveniente


Sull'ipotesi di un patto Renzi-Berlusconi, Bindi osserva: "Mi pare sia l'unico scenario possibile. Sono convinta che i 5Stelle siano terrorizzati dall'idea di andare al governo e accettando l'accordo sul proporzionale lo dimostrano. Questa è la loro convenienza. La convenienza di Berlusconi è di sedersi di nuovo al tavolo e non rimanere schiacciato sotto la Lega. Incomprensibile è la scelta del Pd".
Non condivide poi l'accelerazione verso il voto: "Questa mi pare la convenienza del leader del Pd, Renzi. Di certo non quella del partito né del paese". "In questi sei mesi - rimarca - si devono ultimare alcune riforme: lo Ius soli, il testamento biologico, il processo penale", e "la manovra deve farla questo governo".
- Altrimenti?
- Né lascio, né vado. Ho intenzione di continuare per altri 25 anni.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Prodi come premier nei sogni segreti di Mattarella?


Luigi Bisignani: "Sergio Mattarella e il suo piano per Romano Prodi premier". A svelare l'inquietante piano segreto di Sergio Mattarella ci pensa Luigi Bisignani, L'uomo che sussurrava ai potenti, uno che di politica e palazzi sa sempre molto e molto in anticipo. Dalla prima pagina de Il Tempo, lancia l'allarme: "Ci aspetta un'estate da incubo, con nuovi mostri e vecchi fantasmi in arrivo". Quali vecchi fantasmi? Presto detto: Romano Prodi, per il quale "si sono messi di nuovo in movimento i vecchi poteri forti, pronti a giocare attorno a lui l'ultima battaglia per la propria sopravvivenza". Una battaglia che per inciso il Quirinale avrebbe sposato. Secondo Bisignani, per Prodi si muovono "i banchieri Giuseppe Guzzetti e Giovanni Bazoli, ma anche Carlo De Bendetti con i suoi giornali, e qualche apparato forte in Russia, Cina e Francia, di cui Prodi è stato sempre un ambasciatore molto sensibile".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

domenica 4 giugno 2017

La Maledizione da Champions

1 a 4
e palla al centro!
Nel secondo tempo della finale di Champions il Real Madrid ha schiantato la Juventus: un brutto colpo perché i bianconeri questa volta speravano davvero di farcela. La settima finale di Champions/Coppa Campioni persa nella storia del club è un cruccio psicologico che probabilmente pesa anche in partita. Nella squadra di Allegri ha ceduto proprio il settore più forte: la difesa.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Alfano ha mostrato a Mattarella l'insaccato renziano


Ncd si gioca la carta Mattarella per scongiurare il voto anticipato. Il Quirinale valuterà. Lorenzin: "Confidiamo nell'intervento del Colle". Per gli alfaniani l'approvazione della legge elettorale non può corrispondere allo scioglimento delle Camere. "Non esiste. Non può esistere un automatismo secondo cui l'approvazione della legge elettorale corrisponda allo scioglimento delle Camere. E la Costituzione?". Ah, adesso se ne viene con la Costituzione? Bravo. Ma non lo sa il ministro che alla Costituzione sacra, vincente e inviolabile è finita peggio della Juve col Real? Cosa può fare Mattarella eletto proprio su impulso di Renzi? Che sia arrivato il tempo, per Alfano, di cercarsi un'altra occupazione? E anche Mattarella c'ha ragione: prima o poi i nodi vengono al pettine per tutti.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

venerdì 2 giugno 2017

Se i giochini di Renzi li capisce anche Bersani...


Bersani: "I giochini di Renzi li capisce anche un bambino". Il leader di Mdp a Repubblica: "Irresponsabile votare senza mettere al sicuro i conti". Per il leader di Mdp: "A Renzi non crede più nessuno, bisogna che se renda conto. Certi giochini li capisce anche un bambino. Prendere a schiaffi noi, prendere a schiaffi Alfano, minare la maggioranza". Neanche ad un bambino verrebbe in mente. Ma a Renzi sì. Eh?

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Alla parata militare mi sono divertito moltissimo


Legalità e coesione sociale, l'appello di Mattarella: "Femminicidio, omofobia e bullismo piaghe intollerabili, ma più di ogni altra cosa è questa vicinanza così mortifera con le due Camere che mi opprime, che mi fa andare in apnea". Il Capo dello Stato invia una lettera ai prefetti in occasione della Festa della Repubblica. "Per l'anno prossimo, vi prego, organizzatemi una gita fuori porta, che me diverto de più".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

giovedì 1 giugno 2017

L'Alfano Perduto

Ahi Matteo assassino
che m'hai reso
vedovo.
Ma
noi non
demordiamo.
Altro che il 5%,
il 10 ci aspetta:
ma di
arrabbiamento.
Legge elettorale, Alfano: "Accettiamo sfida del 5%". Ma i suoi: "Da febbraio Renzi ci chiede di far cadere Gentiloni". Il leader di Ap replica a Renzi e a quel "è stato ministro di tutto e non arriva al 5%". "Sì, ci stanno provocando, ma continuiamo ad appoggiare il governo Gentiloni anche se consideriamo chiusa la collaborazione col Pd". Sulle pressioni contro il governo raccontate dagli alfaniani interviene Di Maio: "Renzi un pericoloso eversivo".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Santanché presa a pietrate a Roma


Santanché presa a sassate a Roma: attimi di paura in diretta tv: “Una roba pazzesca, sampietrini grossi così”.
“Una roba pazzesca, ci han tirato le pietre, ho chiamato la polizia, guardate che pietra! Con delle pietre, sampietrini grossi così”, la denuncia in diretta dalla stazione Termini, a Roma, per la trasmissione di Rete4 "Dalla Vostra Parte" è arrivata dall'onorevole Daniela Santanché. L'aggressione è avvenuta proprio durante la messa in onda della trasmissione di Maurizio Belpietro. La parlamentare ha mostrato alle telecamere le pietre e ha cominciato a discutere con alcuni ragazzi che bivaccavano nei dintorni della stazione, colpevoli secondo lei di aver già preparato i sassi all'interno di una busta, pronti per essere lanciati. “Hanno cominciato a prendere queste pietre e a tirarle, per fortuna che là c'era la polizia. Tu sei un delinquente”, ha aggiunto rivolgendosi a chi aveva individuato come lanciatore di pietre.

“Ma poi, alla fine, l'ho presa con
filosofia e mi son messa a cantare:
♫ Tu sei buono e ti tirano le pietre. 
Sei cattivo e ti tirano le pietre. 
Qualunque cosa fai, dovunque te ne vai, 
sempre pietre in faccia prenderai. 
Tu sei ricco e ti tirano le pietre. 
Non sei ricco e ti tirano le pietre. 
Al mondo non c'è mai qualcosa che gli va 
e pietre prenderai senza pietà! 
Così sarà finché vivrai. Sarà così. 
Se lavori, ti tirano le pietre. 
Non fai niente e ti tirano le pietre. 
Qualunque cosa fai capire tu non puoi 
se è bene o male quello che tu fai. 
Tu sei bello e ti tirano le pietre. 
Tu sei brutto e ti tirano le pietre. 
E il giorno che vorrai difenderti vedrai 
che tante pietre in faccia prenderai! 
Sarà così finché vivrai Sarà così ♫.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Ayse Deniz Karacagil


Siria, morta Ayse Deniz Karacagil. Combattente raccontata da Zerocalcare in "Kobane Calling". La ragazza turca nota come Cappuccio Rosso aveva sposato la causa dei curdo-siriani e la guerra all'Isis dopo essere stata condannata a un secolo di galera per le dimostrazioni di Gezi Park. Sui media turchi è ricordata come "attivista" o "terrorista".
L'autore: "Antipatico puntare i riflettori su una persona in una guerra dove la gente muore ogni giorno. Ma se incontriamo qualcuno poi per forza di cose ce lo ricordiamo. E quel lutto sembra toccarci più da vicino".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Etichette

2 giugno (1) accoglienza (1) alessandra mussolini (1) alessandro di battista (1) ambiente (1) andrea camilleri (1) andrea orlando (3) antimafia (1) antonio razzi (1) ateismo (1) ayse deniz karacagil (1) banca etruria (4) barack obama (2) beppe grillo (4) berlusconi (2) brexit (1) bruno vespa (1) calciomercato (1) cambio di cognome (1) cardinale galantino (1) cardinale parolin (2) cardinale pell (1) carlo calenda (1) centrosinistra (4) champions league (1) che tempo che fa (1) chiesa (1) cittadinanza (1) congresso pd (1) coppa campioni (1) corea del nord (4) corruzione (2) corte di cassazione (1) curdi (1) daniela santanché (1) dario franceschini (2) de bortoli (1) dipartimento mamme (1) disoccupazione (1) donald trump (11) elezioni comunali (3) elezioni regionali siciliane (1) emiliano (1) emmanuel macron (3) eugenio scalfari (1) fabio fazio (1) fatima (1) festa della repubblica (1) fiscal compact (1) flavio briatore (1) francesco totti (1) franco gabrielli (1) g20 (1) g7 taormina (1) gigio donnarumma (1) giorgio napolitano (4) giovanni falcone (1) giuliano pisapia (3) governo gentiloni (2) graviano (1) hotspot (1) incendi dolosi (2) inchiesta consip (4) insieme (1) intercettazioni (1) ior (1) isis (2) ius soli (1) jean claude juncker (1) juventus (1) kim jong-un (6) ku klux klan (1) la casta (1) lago di bracciano (1) lampedusa (1) laura boldrini (1) lavoro (1) lega nord (2) legge elettorale (3) libia (2) luigi di maio (3) m5s (3) mafia (3) mafie (2) marcia reddito di cittadinanza (2) marina berlusconi (1) massimiliano allegri (1) massimo d'alema (1) matteo orfini (2) matteo renzi (29) matteo salvini (2) mdp (2) michaela biancofiore (1) migranti (8) militarizzazione (1) ministra boschi (5) ministra pinotti (1) ministro alfano (5) ministro kurz (1) ministro minniti (1) ministro padoan (1) montezemolo (1) moon jae-in (1) movimento animalista (1) municipio di roma (1) musei (1) neymar (1) nicola zingarettti (1) paolo villaggio (1) papa francesco (7) parata militare (1) patto del nazareno (3) pd (11) pedofilia (2) pier luigi bersani (5) piercamillo davigo (1) piromani (2) porta a porta (1) primarie (1) primarie pd (4) principe filippo (1) quotidiano in pdf democratica (1) rai (1) ratisbona (1) razzismo (3) real madrid (1) regina elisabetta (1) regione lazio (1) regione sicilia (1) rifiuti roma (2) roberto saviano (1) roberto speranza (1) romano prodi (4) rosario crocetta (2) rosatellum (1) rosy bindi (1) russiagate (1) scomunica (1) sergio marchionne (1) sergio mattarella (2) serracchiani (1) sgarbi (1) siccità (1) silvio berlusconi (11) simona vicari (1) sistema elettorale tedesco (11) stalker (1) stalking (1) stefano pioli (1) stefano rodotà (1) strage di capaci (1) strage di manchester (1) stupri (1) sulley muntari (1) suprematisti bianchi (1) terrorismo (4) terrorismo globale (1) terrorismo islamico (2) theresa may (1) tifosi (1) tiziano renzi (1) tolleranza (1) totò riina (1) transgender (1) trattativa stato-mafia (2) ue (1) ultras (1) vaticano (3) vitalizi (1) vladimir putin (1)